Dimensioni del carattere:
Contrasto:
Layout:
Reimposta:

Arturo Martini

(Treviso 1889 - Milano 1947)

Scultore. Il lavoro compiuto fin da ragazzo in fabbriche di ceramica gli lasciò un amore artigianale per la materia e in particolare per la creta.

Autodidatta, coltivò la propria passione per l'arte frequentando diversi studi di artisti veneti e aggiornandosi sulle novità europee a Monaco dove venne in contatto con i modi del simbolismo secessionista e a Parigi dove incontrò Modigliani e Boccioni.

Partecipò alle iniziative del gruppo di Ca' Pesaro, quindi aderì da protagonista a Valori Plastici, il movimento che nel clima del "richiamo all'ordine" del primo dopoguerra esaltò i valori della forma rifacendosi alla tradizione italiana del Tre-Quattrocento.

Tentò una sintesi tra linearità simbolica, contenuto espressivo e autonomia della forma plastica.

Stampa